Gli avevo promesso che non sarebbe mai successo! Due settimane fa ho dovuto far ricoverare mio marito di 93 anni alla casa di riposo. Quando devo salutarlo mi si spezza il cuore, perché mi prega di portarlo via con me. 

Quello dei saluti può essere un momento critico per una persona affetta da demenza. Se nota che suo marito soffre quando Lei pronuncia parole come «casa» o «andare via», gli dica che deve andare a fare la spesa o che deve passare da qualcuno. Non si dilunghi al momento dei saluti e, quando se ne va, lo lasci in compagnia dell’infermiera. Oppure cerchi di andarsene quando Suo marito sta per iniziare un’attività, ad esempio prima del pasto o della terapia di attivazione. Se si trova nella sua stanza, può essere utile, far suonare la sua musica preferita o porgergli un oggetto che ama. Spesso questi diversivi funzionano. Può darsi che Suo marito capisca che le si spezza il cuore a lasciarlo lì, ed è per questo che reagisce così.